Elastoformatura

Elastoformatura

Lo stampaggio elastoplastico è, per alcune specifiche applicazioni, l'unica soluzione di stampaggio adottabile. Quando il relativo KNOW HOW solido è sperimentato, ne possono derivare soluzioni realizzative particolarmente interessanti.

La tecnologia della elastoformatura consente di ottenere parti stampate tramite la pressione esercitata sullo stampo, su cui è depositata la lamiera, contro una matrice elastica.

La matrice può essere realizzata in vari materiali, prevalentemente gomma e polimeri, questi ultimi con durata e percentuali di elasticità molto più elevate.

Le pressioni specifiche variano mediamente da circa 100 Kg/cm2 per parti in lega leggera, fino a 1500-1600 Kg/cm2 su parti di acciaio di spessore fino a 8-10 mm.

Elastoplastic drawing is, in some specific applications, the only drawing solution available. When the corresponding solid KNOW HOW has been experienced, some particularly interesting realization solution can spring.

Elastoforming technology allows to obtain drawed pieces by the pressure on the die on which the sheet has been placed, against an elastic matrix. The matrix can be realized in various materials, first of all gum and polymers, these last ones having much more elevated endurance and elasticity percentage. The specific pressures vary on an average from about 100 kg/cm2 on light alloy parts up to 1500÷1600 kg/cm2 on parts of steel having thickness up to 8÷10 mm.

Vantaggi

Il primo grande vantaggio della pressatura elastoplastica è quello di evitare alla lamiera gli stress tipici dello stampaggio tradizionale, dovuti a punti di concentrazione di stiramenti (negli spigoli, nei raggi di curvatura) e di assicurare la costanza degli spessori delle lamiere di partenza, esigenze fondamentali nel campo aeronautico.

Il secondo vantaggio è il suo costo contenuto, dato che, in teoria, per poter utilizzare questa tecnologia, sarebbe sufficente partire da un primo pezzo stampato, farne un calco in resina e utilizzarlo come stampo per ottenere altri pezzi.

In pratica lo stampo può essere realizzato con materiali diversificati, dall 'alluminio (al vertice qualitativo) alla resina, al legno pressato, con lavorazioni su macchine a controllo numerico, in modo del tutto analogo a quello che succede nella costruzione di prototipi per il settore automobilistico: l'unica differenza sta nel fatto che questi stampi possono essere utilizzati per produzione di pezzi con serie limitate.

The first great advantage of the elastoplastic pressing is to avoid the sheet undergoing typical stresses of the traditional drawing, due to stretching concentration points (in the corners, in the bending radii) and to ensure that the thickness of the starting sheets is constant, which is a fundamental requirement in the aeronautic field of activity.

The second advantage is the low cost, since theoretically, to be able to use this technology it would be enough to start from a first drawed piece, to make a resin cast therof and to use it as a die to produce other pieces.

As a matter of fact the die can be realized with diversified materials: aluminum (i.e. the quality top), resin, pressed wood, workings on numerically controlled machines, absolutely analogous to what happens in the construction of prototypes in the cars industry: the only difference is that these dies can be used for the production of limited series pieces.

Accurata scelta dei materiali

Per le nostre realizzazioni vengono utilizzate diverse qualità di acciai, a seconda della specifica funzione delle strutture e dei componenti, per esempio acciai legati e trattati termicamente per la struttura di contenimento, il blocco cilindri, il contenitore del tampone elastico.

I pistoni sono anch'essi in acciaio, temprati, rettificati, cromati, rettificati e lappati; le bronzine in bronzo centrifugato opportunamente lavorate ed aggiustate.

I sistemi di tenuta sono realizzati con fasce elastiche metalliche molto simili a quelli dei motori endotermici, che lavorano all'interno del proprio cilindro in bagno d'olio garantendo così una corretta tenuta delle pressioni per alcuni decenni. Il tampone elastico, generalmente, è in poliuretano (durezza 72 Schorr scala A) che consente il miglior compromesso tra elasticità e la consistenza del materiale sottoposto a gravose pressioni specifiche, in modo da non sgretolarsi quando supera i 500-600 Kg/cm2 ed evitando in questo modo anche sporcamenti e difetti nei pezzi stampati.

Ha uno spessore quattro volte la profondità di imbuttitura, è montato a pressione dal basso verso l'alto e ha alloggiato nella parte superiore della macchina quattro estrattori meccanici per facilitare il suo ricambio, quando necessario.

Ogni macchina è dotata di dispositivi antinfortunistici, con protezione ridondante, nel rispetto delle vigenti normative CE. La manutenzione richiesta è minima: è sufficiente effettuare la sostituzione dei filtri per la filtrazione dell'olio a 10 micron, quando compare la relativa segnalazione (operazione che si effettua con macchina in funzione) e sostituire una volta all'anno 4 piccole cartucce filtro sinterizzate quale protezione delle valvole per il controllo delle pressioni.

For our realizations different quality steels are employed depending from the specific function of the structures and of the components, for instance steels alloyed and treated thermically for the containment structure, the cylinders block, the container of the elastic plug. The pistons too are made of steel, hardened, rectified, chromium plated, rectified and lapped; the bushes are made of bronze centrifuged properly worked and adjusted. The sealing systems are realized with elastic metal bands very similar to the motors’ endothermic bands which work inside their own cylinder in an oil bath thus ensuring pressures effectiveness for some tens of years. The elastic plug, generally is made of polyurethan (hardness 72 Schorr scale A) which allows the best compromise between elasticity and the consistency of the material subject to specific grave pressures, so that the material does not crumble when specific pressure is more than 500-600 kg/cm2 avoiding also ,in this way, dirts and defects in the drawed pieces. The plug is thick four times the depth of the drawing, is mounted under pressure from bottom upwards; in the upper part of the machine four mechanic ejectors have been located to ease its replacement, when it is necessary. Each machine is equipped with safety devices, with redundant protection, in compliance with current EC regulations. The required maintenance is minimum: it is enough to perform the filters substitution for the oil filtration at 10 micron, when the corresponding signalization appears (operation which is performed when the machine is working) and to substitute 4 small syntherized cartridges once per year as a protection for the pressure control valves.

Elastoformatura

Lo stampaggio elastoplastico è, per alcune specifiche applicazioni, l'unica soluzione di stampaggio adottabile. Quando il relativo KNOW HOW solido è sperimentato, ne possono derivare soluzioni realizzative particolarmente interessanti.

La tecnologia della elastoformatura consente di ottenere parti stampate tramite la pressione esercitata sullo stampo, su cui è depositata la lamiera, contro una matrice elastica.

La matrice può essere realizzata in vari materiali, prevalentemente gomma e polimeri, questi ultimi con durata e percentuali di elasticità molto più elevate.

Le pressioni specifiche variano mediamente da circa 100 Kg/cm2 per parti in lega leggera, fino a 1500-1600 Kg/cm2 su parti di acciaio di spessore fino a 8-10 mm.

Elastoplastic drawing is, in some specific applications, the only drawing solution available. When the corresponding solid KNOW HOW has been experienced, some particularly interesting realization solution can spring.

Elastoforming technology allows to obtain drawed pieces by the pressure on the die on which the sheet has been placed, against an elastic matrix. The matrix can be realized in various materials, first of all gum and polymers, these last ones having much more elevated endurance and elasticity percentage. The specific pressures vary on an average from about 100 kg/cm2 on light alloy parts up to 1500÷1600 kg/cm2 on parts of steel having thickness up to 8÷10 mm.

Vantaggi

Il primo grande vantaggio della pressatura elastoplastica è quello di evitare alla lamiera gli stress tipici dello stampaggio tradizionale, dovuti a punti di concentrazione di stiramenti (negli spigoli, nei raggi di curvatura) e di assicurare la costanza degli spessori delle lamiere di partenza, esigenze fondamentali nel campo aeronautico.

Il secondo vantaggio è il suo costo contenuto, dato che, in teoria, per poter utilizzare questa tecnologia, sarebbe sufficente partire da un primo pezzo stampato, farne un calco in resina e utilizzarlo come stampo per ottenere altri pezzi.

In pratica lo stampo può essere realizzato con materiali diversificati, dall 'alluminio (al vertice qualitativo) alla resina, al legno pressato, con lavorazioni su macchine a controllo numerico, in modo del tutto analogo a quello che succede nella costruzione di prototipi per il settore automobilistico: l'unica differenza sta nel fatto che questi stampi possono essere utilizzati per produzione di pezzi con serie limitate.

The first great advantage of the elastoplastic pressing is to avoid the sheet undergoing typical stresses of the traditional drawing, due to stretching concentration points (in the corners, in the bending radii) and to ensure that the thickness of the starting sheets is constant, which is a fundamental requirement in the aeronautic field of activity.

The second advantage is the low cost, since theoretically, to be able to use this technology it would be enough to start from a first drawed piece, to make a resin cast therof and to use it as a die to produce other pieces.

As a matter of fact the die can be realized with diversified materials: aluminum (i.e. the quality top), resin, pressed wood, workings on numerically controlled machines, absolutely analogous to what happens in the construction of prototypes in the cars industry: the only difference is that these dies can be used for the production of limited series pieces.

Accurata scelta dei materiali

Per le nostre realizzazioni vengono utilizzate diverse qualità di acciai, a seconda della specifica funzione delle strutture e dei componenti, per esempio acciai legati e trattati termicamente per la struttura di contenimento, il blocco cilindri, il contenitore del tampone elastico.

I pistoni sono anch'essi in acciaio, temprati, rettificati, cromati, rettificati e lappati; le bronzine in bronzo centrifugato opportunamente lavorate ed aggiustate.

I sistemi di tenuta sono realizzati con fasce elastiche metalliche molto simili a quelli dei motori endotermici, che lavorano all'interno del proprio cilindro in bagno d'olio garantendo così una corretta tenuta delle pressioni per alcuni decenni. Il tampone elastico, generalmente, è in poliuretano (durezza 72 Schorr scala A) che consente il miglior compromesso tra elasticità e la consistenza del materiale sottoposto a gravose pressioni specifiche, in modo da non sgretolarsi quando supera i 500-600 Kg/cm2 ed evitando in questo modo anche sporcamenti e difetti nei pezzi stampati.

Ha uno spessore quattro volte la profondità di imbuttitura, è montato a pressione dal basso verso l'alto e ha alloggiato nella parte superiore della macchina quattro estrattori meccanici per facilitare il suo ricambio, quando necessario.

Ogni macchina è dotata di dispositivi antinfortunistici, con protezione ridondante, nel rispetto delle vigenti normative CE. La manutenzione richiesta è minima: è sufficiente effettuare la sostituzione dei filtri per la filtrazione dell'olio a 10 micron, quando compare la relativa segnalazione (operazione che si effettua con macchina in funzione) e sostituire una volta all'anno 4 piccole cartucce filtro sinterizzate quale protezione delle valvole per il controllo delle pressioni.

For our realizations different quality steels are employed depending from the specific function of the structures and of the components, for instance steels alloyed and treated thermically for the containment structure, the cylinders block, the container of the elastic plug. The pistons too are made of steel, hardened, rectified, chromium plated, rectified and lapped; the bushes are made of bronze centrifuged properly worked and adjusted. The sealing systems are realized with elastic metal bands very similar to the motors’ endothermic bands which work inside their own cylinder in an oil bath thus ensuring pressures effectiveness for some tens of years. The elastic plug, generally is made of polyurethan (hardness 72 Schorr scale A) which allows the best compromise between elasticity and the consistency of the material subject to specific grave pressures, so that the material does not crumble when specific pressure is more than 500-600 kg/cm2 avoiding also ,in this way, dirts and defects in the drawed pieces. The plug is thick four times the depth of the drawing, is mounted under pressure from bottom upwards; in the upper part of the machine four mechanic ejectors have been located to ease its replacement, when it is necessary. Each machine is equipped with safety devices, with redundant protection, in compliance with current EC regulations. The required maintenance is minimum: it is enough to perform the filters substitution for the oil filtration at 10 micron, when the corresponding signalization appears (operation which is performed when the machine is working) and to substitute 4 small syntherized cartridges once per year as a protection for the pressure control valves.