Idroformatura

Processo

Nel processo di IDROFORMATURA la lamiera viene deformata plasticamente grazie all'azione di un fluido (acqua o olio) che esercita una pressione idrostatica sulla lamiera stessa. La forma finale del pezzo idroformato è determinata dal contatto con il fluido da una parte, mentre dall'altra con un semistampo.

L'idroformatura, nel caso di lamiere, è il processo più economico per ottenere componenti stampati partendo da lamiera. Lo stampo, così concepito, risulta essere di facile costruzione e nello stesso tempo molto economico. È possibile stampare tipologie di materiali diversi, spessori differenti o addirittura sandwich di acciaio e materiali plastici di vario genere, senza modificare minimamente lo stampo, infatti, è l'acqua che si adatta allo spessore della lamiera inserita.

La qualità superficiale della lamiera a contatto con l'acqua è assolutamente ineguagliabile dagli altri sistemi di stampaggio.

Il componente idroformato risulta insensibile al fenomeno del ritorno elastico ai fini della stabilità dimensionale dopo stampaggio. Infatti, come si può notare dalla figura centrale, la lamiera si deforma uniformemente e al cessare della pressione idraulica d'idroformatura, il ritorno elastico è uniforme su tutta la superficie del pezzo facendola rimanere stabile e non distorcendo la geometria del componente.

Grazie a questo processo dunque si eliminano i numerosi passaggi di assestamento dello stampato e lucidatura di tutta la produzione.

Nel caso invece della formatura dei tubi, il processo è una rivoluzione per i progettisti e designer di tutto il mondo. Partendo da normali tubi anche saldati a sezione rotonda si possono ottenere geometrie prima ottenibili soltanto da altri processi come l'iniezione plastica o la fusione. È possibile spingere materiale, tramite gli appositi spintori (che hanno anche il compito di garantire la tenuta idraulica), in modo da alimentare la deformazione plastica del componente e nel contempo garantire l'uniformità dello spessore a fine stampaggio.

In hydroforming process sheet is plastically formed thanks to the action of a fluid (water or oil) distributing an hydrostatic pressure on such sheet. The final shape of the hydroformed piece outcomes from the contact with the fluid, from one side, with a male or female die, from the other side.

Hydroforming, in case of sheets is the most economic process to get components by sheet drawing.

The die, thus conceived results to be very easily feasible and at the same time to be very cheap. It is possible to draw typologies of different materials and thickness; even steel sandwiches and plastic materials of various kind, without modifying the die at all, as a matter of fact water adapts to the thickness of the sheet inserted. The superficial quality of the sheet in contact with water is absolutely unaffordable by the other drawing systems.

The hydroformed component results to be not sensitive to the phenomenon of the elastic return as far as the after-drawing dimensional stability is concerned. As a matter of fact, taken into account the central figure, the sheet deforms uniformly and by the stopping of the hydroforming hydraulic pressure, the elastic return is uniform on the whole surface of the sheet and let this one to keep stable not distorting the geometry of the component.

Thanks to this process therefore the numerous steps of setting the component and polishing the whole manufactured lots are eliminated.

In case of pipes forming the process is a complete revolution for the designers all over the world.

Starting from normal pipes round section welded one can get geometries which earlier could be get only by other processes such as plastic injection or melting. It is possible to push the material, by the suitable pushers (which have also the task to ensure the hydraulic hold), in order to feed the plastic deformation of the component and at the same time to assure the uniformity of thickness by the end of the drawing operation.

Brochure

Scarica il pdf

La Macchina

Vantaggi

Rispetto alla tradizionale tecnologia di stampaggio, che prevede l'ausilio di un punzone, di un premi-lamiera e di una matrice, il processo di idroformatura necessita solamente del'uso di una parte del tradizionale stampo. I vantaggi economici che derivano da questa tecnologia permettono di tagliare i costi di investimento per le attrezzature del 60÷70% rispetto al tradizionale sistema di stampaggio.

Lo stampo è costituito dalla matrice (femmina) con la geometria del particolare da stampare. Una volta ricavata tale figura mediante l'uso di una macchina CNC è possibile montarlo direttamente nell'impianto di idroformatura e stampare fin da subito, i particolari richiesti. Si eliminano pertanto tutte le attività di aggiustaggio stampi e le conseguenti prove di ottimizzazione.

La serie SLC può essere equipaggiata con un particolare sistema di aggancio dello stampo che ne permette l'attrezzaggio in appena un minuto. Questo sistema risolve il problema del cambio frequente di produzione e permette all'utente di poter essere molto flessibile e competitivo nel cambio dei lotti produttivi composti anche da solo cinque/dieci pezzi per lotto.

L'aggancio dello stampo avviene mediante l'uso di magneti elettro-permanenti con una capacità di sollevamento fino a centinaia di tonnellate. È sufficiente posizionare lo stampo sulla navetta di alimentazione frontale alla macchina e il sistema automatico è in grado di sistemare lo stampo nella sede appropriata senza necessità di successivi aggiustamenti e garantire così il giusto allineamento con la macchina.

Compared to the traditional drawing technology foreseeing the auxilium of a punch, a blankholder and a matrix, the hydroforming process needs only using one part of the traditional die.

The economic advantage arising from this technology permits to low the investments cost for the equipment of about 60÷70% if compared to the traditional drawing system.

The die consists of the matrix (female) of the geometry of the piece to be drawed. Once such shape has been obtained by using a CNC machine it is possible to mount it directly into the hydroforming plant and to draw immediately the pieces required. Therefore every die adjustment activity is eliminated as well as the following optimization tests.

The series SLC can be equipped with a particular die hooking system which allows for its being equipped in a few minutes. This system solves the problem of the frequent production shifts and permits to the user to be very flexible and competitor in shifting from one manufacturing lot to the other, taking into account that a lot consists sometimes only of five/ten units.

Die hooking is carried out by electro-permanent magnets having a lifting capacity of up to 100 ton.

It is enough to position the die on the front machine feeding shuttle and the automatic system can then set the die in the proper site without it being necessary any further adjustment and therefore the proper alignment with the machine get assured.

Qualità

Il prodotto idroformato raggiunge livelli di qualità nettamente superiori rispetto a quelli raggiungibili dal prodotto stampato con il sistema tradizionale.

La pressione idrostatica che deforma la lamiera permette allo stampato di essere uniformemente stirato in tutte le direzioni e quindi ne garantisce una maggiore rigidità.

La parte a contatto con il fluido non presenta alcuna graffiatura, dunque risulta essere molto adatta a tutti quei particolari che hanno bisogno di essere verniciati o che comunque richiedono standard qualitativi molto restrittivi.

Nello stampaggio tradizionale i prodotti generalmente, dopo l'imbutitura, subiscono altre fasi di assestamento, in modo da compensare i fastidiosi ritorni elastici del materiale. Il prodotto idroformato invece, grazie alla uniforme stiratura iniziale, risulta essere insensibile al fenomeno dei ritorni elastici. In questo modo si evitano ulteriori lavorazioni risparmiando notevolmente sul ciclo produttivo e in particolare modo sul costo delle attrezzature.

The hydroformed product reaches quality levels quite superior than those ones which can be get by the product drawed by the traditional system.

Hydrostatic pressure which forms the sheet permits the drawed piece to be stretched uniformly in every direction and therefore assures a bigger rigidity. The part being in contact with the fluid does not present any scratch, therefore results to be very suitable for every part requiring to be painted or which however must comply with some very strict quality standards.

In traditional drawing the products generally speaking, after their deep-drawing undergo some other adjustment phases, in order to compensate annoying elastic returns of the material.

The hydroformed product on the contrary, thanks to the starting uniform stretching, results to be not sensitive to the phenomenon of the elastic returns. Thence any further working is avoided and a huge manufacturing cycle saving is obtained.

Foratura dei componenti

L'idroformatura non è soltanto un processo adatto alla deformazione di lamiere e tubi, permette infatti di eseguire una serie di forature contemporaneamente all'interno dello ciclo di stampaggio stesso e in maniera assolutamente controllata. I fori non vengono eseguiti tramite punzoni meccanici, con relativo risparmio della manutenzione e garanzia nel contempo di una assoluta ripetitività della foratura stessa.

Hydroforming is not only a process suitable for sheet and pipes forming, as a matter of fact it permits a series of drillings to be carried out at the same time during the drawing cycle and in an absolutely controlled manner.

Holes are not carried out by mechanic punches, thence the corresponding saving as far as maintenance and warrantee are concerned together with an absolute repetitiveness of the drilling itself.

Impianti SLC

Poiché l'idroformatura richiede una pressione uniforme su tutto il pezzo, la forza di chiusura necessaria della macchina risulta essere elevata.

Ci si è resi conto che per sfruttare al meglio tutti i benefici del processo d'idroformatura risultava necessario studiare una nuova tipologia di impianto che garantisse: maggiore compattezza, elevato rapporto forza-peso, molto vantaggioso economicamente. Le restrittive specifiche imposte al nostro ufficio tecnico richiedevano inoltre una macchina praticamente priva di movimenti elastici che avrebbero comportato un notevole spreco di energia, con una luce il più possibile ridotta per aumentarne la rigidità.

Da questo attento e scrupoloso studio sono nate le macchine della serie SLC che sono caratterizzate da un'altezza massima di circa 4 metri con una richiesta di fondazioni non superiore ad 1 metro. Il tutto è stato possibile grazie alla particolare forma cilindrica che ne caratterizza la filosofia costruttiva. Per velocizzare al massimo il processo di stampaggio è stato concepito appositamente per la serie SLC un intensificatore di pressione che permette di arrivare ad elevate pressioni, nell'ordine delle migliaia di bar, e di alimentare il processo con elevate quantità di fluido.

Con l'ausilio di questo sistema i tempi del processo risultano assolutamente paragonabili alla tecnica tradizionale di stampaggio ed in qualche caso addirittura più rapidi.

L'autoapprendimento, indispensabile nell'idroformatura, che si ottiene grazie ai più sofisticati sistemi hardware e software installati su quadri e pulpiti di comando di nostra progettazione e produzione, permette di variare in maniera controllata la pressione del fluido e nel contempo la forza di chiusura della macchina.

Come nel processo tradizionale, infatti, la lamiera deve scivolare in maniera controllata all'interno dello stampo in modo da alimentare le deformazioni del materiale durante il ciclo di stampaggio. Questo controllo viene fatto nella tecnologia tradizionale mediante il premilamiera. Nel caso dell'idroformatura, la funzione del premilamiera è gestita, senza il premilamiera stesso, dal software in dotazione con la serie SLC. Il programma modula la forza di chiusura della macchina, garantendo così, di far scorrere con la giusta velocità la lamiera durante il ciclo di stampaggio. Grazie a questo dispositivo è possibile semplificare drasticamente la costruzione degli stampi. Di fatto lo stampo per idroformatura è costituito da solamente un unico elemento.

l software menzionato viene installato nel PC della macchina in totale ambiente Windows ©. Inoltre, tutti i dati della macchina sono gestiti da un Database relazionale, Microsoft SQL ©, che si interfaccia facilmente con la parte gestionale dell'azienda utilizzatrice.

La serie SLC prevede la possibilità di attivare il servizio tele service di controllo guasti e/o allarmi, direttamente dalla sede Muraro.

Since hydroforming requires uniform pressure across the whole piece, the corresponding necessary clamping force results to be elevated.

It was clear then that in order to exploit at the best every benefit from the hydroforming process it was necessary to study a new plant typology which would assure: a higher compactness, an elevated force-weight ratio and which would be very convenient from an economical point of view. The strict specifications imposed to our technical dept. did require also a machine practically without any elastic movement, which would have entailed a notable waste of energy, and whose light must be the most possible reduced in order to increase its rigidity.

Following to this careful and deep study the SLC series machines were born, they are characterised by a max height of about 4 meters and do require foundations not deeper than 1 meter. It was possible thanks to the particular cylindrical shape characterising their building philosophy. To get the maximum speed of drawing process a pressure intensifier has been conceived for the series SLC which allows to get to elevated pressures, several thousand bar and to feed the process by elevated quantities of fluid.

By this system the process time periods result to be absolutely comparable to the traditional drawing technique and in certain instances even quicker.

Self-learning, indispensable in hydroforming, which can be get by the most sophisticated hardware and software systems installed in command panels and command pulpits designed and realized by us permits to vary at the same time and in a controlled manner the pressure of the fluid as well as the clamping force of the machine.

Sheet, as a matter of fact, must slip in a controlled manner, as in traditional process, into the die in order to feed the material deformations during the drawing cycle. This control is carried out in traditional technology by the blankholder. In Hydroforming the blankholder's function is managed, without the blankholder, by the software foreseen in the SLC series. The program modules the clamping force of the machine, thus assuring that the sheet will be sliding at the proper speed during the drawing cycle. Thanks to this device it is possible to simplify drastically the construction of the dies.As a matter of fact the Hydroforming die consists only of a single element.

The software mentioned above is installed in the PC of the machine in complete Windows © operative system. In addition to that, every data of the machine is managed by a relational Database, Microsoft SQL ©, which interfaces easily with the management part of the company.

SLC series foresees the possibility to activate the failure a/o alarm teleservice, directly from the site of Muraro.

Specifiche Tecniche

 


 


SLC 6000

SLC 8000

SLC 12000

Forza massima di chiusura

kN

60'000

80'000

120'000

Luce verticale fra le tavole aperte

mm

500

500

500

Corsa Verticale della tavola

mm

400

400

400

Dimensioni utili delle tavole inferiore e superiore

mm

2200 x 1350

2500 x 1600

3000 x 1350

Dimensioni utili della navetta inferiore

mm

2200 x 1350

2500 x 1600

3000 x 1350

Corsa utile della navetta inferiore

mm

2500

2800

3300

Chiusura e apertura rapida tavola principale sup.

mm/s

200

200

200

Velocità di pressatura

mm/s

8÷3

11÷4

8÷3

Velocità di scorrimento navetta regolabile

mm/s

10÷400÷10

10÷400÷10

10÷400÷10

Erogazione acqua in bassa pressione 25 bar

litri/s

14

14

14

Erogazione acqua in alta pressione a 3000 bar

litri/s

22

22

22

Massa complessiva della macchina

kg

240'000

290'000

330'000

Questi valori sono solamente indicativi. Ogni macchina Muraro può essere completamente personalizzata: forza, velocità, dimensioni, alimentazione, ecc.

 

 

 

 

SLC 6000

SLC 8000

SLC 12000

 

Max. clamping force

 

kN

 

60.000

 

80.000

 

120.000

 

Vertical light between open tables

 

mm

 

500

 

500

 

500

 

 

Vertical stroke of the table

 

mm

 

400

 

400

 

400

 

Upper and lower tables dimensions

 

mm

 

2200 x 1350

 

2500 x 1600

 

3000 x 1350

 

Lower shuttle dimensions

 

mm

 

2200 x 1350

 

2500 x 1600

 

3000 x 1350

 

Lower shuttle stroke

mm

2500

2800

3300

 

 

Upper principal table quick clamping and opening

 

Mm/s

 

200

 

200

 

 

200

 

 

Pressing speed

 

Mm/s

 

8 ÷ 3

 

 

11 ÷ 4

 

 

8 ÷ 3

 

 

Adjustable shuttle sliding speed

 

Mm/s

 

10 ÷ 400 ÷ 10

 

 

10 ÷ 400 ÷ 10

 

 

10 ÷ 400 ÷ 10

 

 

Low pressure water          delivery, 25 bar

 

Litri/s

 

14

 

14

 

14

 

High pressure water delivery

 

Litri/s

 

22

 

22

 

22

 

Overall mass of the machine

 

kg

 

240.000

 

290.000

 

330.000

 

Video

Prodotti

Processo

Nel processo di IDROFORMATURA la lamiera viene deformata plasticamente grazie all'azione di un fluido (acqua o olio) che esercita una pressione idrostatica sulla lamiera stessa. La forma finale del pezzo idroformato è determinata dal contatto con il fluido da una parte, mentre dall'altra con un semistampo.

L'idroformatura, nel caso di lamiere, è il processo più economico per ottenere componenti stampati partendo da lamiera. Lo stampo, così concepito, risulta essere di facile costruzione e nello stesso tempo molto economico. È possibile stampare tipologie di materiali diversi, spessori differenti o addirittura sandwich di acciaio e materiali plastici di vario genere, senza modificare minimamente lo stampo, infatti, è l'acqua che si adatta allo spessore della lamiera inserita.

La qualità superficiale della lamiera a contatto con l'acqua è assolutamente ineguagliabile dagli altri sistemi di stampaggio.

Il componente idroformato risulta insensibile al fenomeno del ritorno elastico ai fini della stabilità dimensionale dopo stampaggio. Infatti, come si può notare dalla figura centrale, la lamiera si deforma uniformemente e al cessare della pressione idraulica d'idroformatura, il ritorno elastico è uniforme su tutta la superficie del pezzo facendola rimanere stabile e non distorcendo la geometria del componente.

Grazie a questo processo dunque si eliminano i numerosi passaggi di assestamento dello stampato e lucidatura di tutta la produzione.

Nel caso invece della formatura dei tubi, il processo è una rivoluzione per i progettisti e designer di tutto il mondo. Partendo da normali tubi anche saldati a sezione rotonda si possono ottenere geometrie prima ottenibili soltanto da altri processi come l'iniezione plastica o la fusione. È possibile spingere materiale, tramite gli appositi spintori (che hanno anche il compito di garantire la tenuta idraulica), in modo da alimentare la deformazione plastica del componente e nel contempo garantire l'uniformità dello spessore a fine stampaggio.

In hydroforming process sheet is plastically formed thanks to the action of a fluid (water or oil) distributing an hydrostatic pressure on such sheet. The final shape of the hydroformed piece outcomes from the contact with the fluid, from one side, with a male or female die, from the other side.

Hydroforming, in case of sheets is the most economic process to get components by sheet drawing.

The die, thus conceived results to be very easily feasible and at the same time to be very cheap. It is possible to draw typologies of different materials and thickness; even steel sandwiches and plastic materials of various kind, without modifying the die at all, as a matter of fact water adapts to the thickness of the sheet inserted. The superficial quality of the sheet in contact with water is absolutely unaffordable by the other drawing systems.

The hydroformed component results to be not sensitive to the phenomenon of the elastic return as far as the after-drawing dimensional stability is concerned. As a matter of fact, taken into account the central figure, the sheet deforms uniformly and by the stopping of the hydroforming hydraulic pressure, the elastic return is uniform on the whole surface of the sheet and let this one to keep stable not distorting the geometry of the component.

Thanks to this process therefore the numerous steps of setting the component and polishing the whole manufactured lots are eliminated.

In case of pipes forming the process is a complete revolution for the designers all over the world.

Starting from normal pipes round section welded one can get geometries which earlier could be get only by other processes such as plastic injection or melting. It is possible to push the material, by the suitable pushers (which have also the task to ensure the hydraulic hold), in order to feed the plastic deformation of the component and at the same time to assure the uniformity of thickness by the end of the drawing operation.

Brochure

Scarica il pdf

La Macchina

Vantaggi

Rispetto alla tradizionale tecnologia di stampaggio, che prevede l'ausilio di un punzone, di un premi-lamiera e di una matrice, il processo di idroformatura necessita solamente del'uso di una parte del tradizionale stampo. I vantaggi economici che derivano da questa tecnologia permettono di tagliare i costi di investimento per le attrezzature del 60÷70% rispetto al tradizionale sistema di stampaggio.

Lo stampo è costituito dalla matrice (femmina) con la geometria del particolare da stampare. Una volta ricavata tale figura mediante l'uso di una macchina CNC è possibile montarlo direttamente nell'impianto di idroformatura e stampare fin da subito, i particolari richiesti. Si eliminano pertanto tutte le attività di aggiustaggio stampi e le conseguenti prove di ottimizzazione.

La serie SLC può essere equipaggiata con un particolare sistema di aggancio dello stampo che ne permette l'attrezzaggio in appena un minuto. Questo sistema risolve il problema del cambio frequente di produzione e permette all'utente di poter essere molto flessibile e competitivo nel cambio dei lotti produttivi composti anche da solo cinque/dieci pezzi per lotto.

L'aggancio dello stampo avviene mediante l'uso di magneti elettro-permanenti con una capacità di sollevamento fino a centinaia di tonnellate. È sufficiente posizionare lo stampo sulla navetta di alimentazione frontale alla macchina e il sistema automatico è in grado di sistemare lo stampo nella sede appropriata senza necessità di successivi aggiustamenti e garantire così il giusto allineamento con la macchina.

Compared to the traditional drawing technology foreseeing the auxilium of a punch, a blankholder and a matrix, the hydroforming process needs only using one part of the traditional die.

The economic advantage arising from this technology permits to low the investments cost for the equipment of about 60÷70% if compared to the traditional drawing system.

The die consists of the matrix (female) of the geometry of the piece to be drawed. Once such shape has been obtained by using a CNC machine it is possible to mount it directly into the hydroforming plant and to draw immediately the pieces required. Therefore every die adjustment activity is eliminated as well as the following optimization tests.

The series SLC can be equipped with a particular die hooking system which allows for its being equipped in a few minutes. This system solves the problem of the frequent production shifts and permits to the user to be very flexible and competitor in shifting from one manufacturing lot to the other, taking into account that a lot consists sometimes only of five/ten units.

Die hooking is carried out by electro-permanent magnets having a lifting capacity of up to 100 ton.

It is enough to position the die on the front machine feeding shuttle and the automatic system can then set the die in the proper site without it being necessary any further adjustment and therefore the proper alignment with the machine get assured.

Qualità

Il prodotto idroformato raggiunge livelli di qualità nettamente superiori rispetto a quelli raggiungibili dal prodotto stampato con il sistema tradizionale.

La pressione idrostatica che deforma la lamiera permette allo stampato di essere uniformemente stirato in tutte le direzioni e quindi ne garantisce una maggiore rigidità.

La parte a contatto con il fluido non presenta alcuna graffiatura, dunque risulta essere molto adatta a tutti quei particolari che hanno bisogno di essere verniciati o che comunque richiedono standard qualitativi molto restrittivi.

Nello stampaggio tradizionale i prodotti generalmente, dopo l'imbutitura, subiscono altre fasi di assestamento, in modo da compensare i fastidiosi ritorni elastici del materiale. Il prodotto idroformato invece, grazie alla uniforme stiratura iniziale, risulta essere insensibile al fenomeno dei ritorni elastici. In questo modo si evitano ulteriori lavorazioni risparmiando notevolmente sul ciclo produttivo e in particolare modo sul costo delle attrezzature.

The hydroformed product reaches quality levels quite superior than those ones which can be get by the product drawed by the traditional system.

Hydrostatic pressure which forms the sheet permits the drawed piece to be stretched uniformly in every direction and therefore assures a bigger rigidity. The part being in contact with the fluid does not present any scratch, therefore results to be very suitable for every part requiring to be painted or which however must comply with some very strict quality standards.

In traditional drawing the products generally speaking, after their deep-drawing undergo some other adjustment phases, in order to compensate annoying elastic returns of the material.

The hydroformed product on the contrary, thanks to the starting uniform stretching, results to be not sensitive to the phenomenon of the elastic returns. Thence any further working is avoided and a huge manufacturing cycle saving is obtained.

Foratura dei componenti

L'idroformatura non è soltanto un processo adatto alla deformazione di lamiere e tubi, permette infatti di eseguire una serie di forature contemporaneamente all'interno dello ciclo di stampaggio stesso e in maniera assolutamente controllata. I fori non vengono eseguiti tramite punzoni meccanici, con relativo risparmio della manutenzione e garanzia nel contempo di una assoluta ripetitività della foratura stessa.

Hydroforming is not only a process suitable for sheet and pipes forming, as a matter of fact it permits a series of drillings to be carried out at the same time during the drawing cycle and in an absolutely controlled manner.

Holes are not carried out by mechanic punches, thence the corresponding saving as far as maintenance and warrantee are concerned together with an absolute repetitiveness of the drilling itself.

Impianti SLC

Poiché l'idroformatura richiede una pressione uniforme su tutto il pezzo, la forza di chiusura necessaria della macchina risulta essere elevata.

Ci si è resi conto che per sfruttare al meglio tutti i benefici del processo d'idroformatura risultava necessario studiare una nuova tipologia di impianto che garantisse: maggiore compattezza, elevato rapporto forza-peso, molto vantaggioso economicamente. Le restrittive specifiche imposte al nostro ufficio tecnico richiedevano inoltre una macchina praticamente priva di movimenti elastici che avrebbero comportato un notevole spreco di energia, con una luce il più possibile ridotta per aumentarne la rigidità.

Da questo attento e scrupoloso studio sono nate le macchine della serie SLC che sono caratterizzate da un'altezza massima di circa 4 metri con una richiesta di fondazioni non superiore ad 1 metro. Il tutto è stato possibile grazie alla particolare forma cilindrica che ne caratterizza la filosofia costruttiva. Per velocizzare al massimo il processo di stampaggio è stato concepito appositamente per la serie SLC un intensificatore di pressione che permette di arrivare ad elevate pressioni, nell'ordine delle migliaia di bar, e di alimentare il processo con elevate quantità di fluido.

Con l'ausilio di questo sistema i tempi del processo risultano assolutamente paragonabili alla tecnica tradizionale di stampaggio ed in qualche caso addirittura più rapidi.

L'autoapprendimento, indispensabile nell'idroformatura, che si ottiene grazie ai più sofisticati sistemi hardware e software installati su quadri e pulpiti di comando di nostra progettazione e produzione, permette di variare in maniera controllata la pressione del fluido e nel contempo la forza di chiusura della macchina.

Come nel processo tradizionale, infatti, la lamiera deve scivolare in maniera controllata all'interno dello stampo in modo da alimentare le deformazioni del materiale durante il ciclo di stampaggio. Questo controllo viene fatto nella tecnologia tradizionale mediante il premilamiera. Nel caso dell'idroformatura, la funzione del premilamiera è gestita, senza il premilamiera stesso, dal software in dotazione con la serie SLC. Il programma modula la forza di chiusura della macchina, garantendo così, di far scorrere con la giusta velocità la lamiera durante il ciclo di stampaggio. Grazie a questo dispositivo è possibile semplificare drasticamente la costruzione degli stampi. Di fatto lo stampo per idroformatura è costituito da solamente un unico elemento.

l software menzionato viene installato nel PC della macchina in totale ambiente Windows ©. Inoltre, tutti i dati della macchina sono gestiti da un Database relazionale, Microsoft SQL ©, che si interfaccia facilmente con la parte gestionale dell'azienda utilizzatrice.

La serie SLC prevede la possibilità di attivare il servizio tele service di controllo guasti e/o allarmi, direttamente dalla sede Muraro.

Since hydroforming requires uniform pressure across the whole piece, the corresponding necessary clamping force results to be elevated.

It was clear then that in order to exploit at the best every benefit from the hydroforming process it was necessary to study a new plant typology which would assure: a higher compactness, an elevated force-weight ratio and which would be very convenient from an economical point of view. The strict specifications imposed to our technical dept. did require also a machine practically without any elastic movement, which would have entailed a notable waste of energy, and whose light must be the most possible reduced in order to increase its rigidity.

Following to this careful and deep study the SLC series machines were born, they are characterised by a max height of about 4 meters and do require foundations not deeper than 1 meter. It was possible thanks to the particular cylindrical shape characterising their building philosophy. To get the maximum speed of drawing process a pressure intensifier has been conceived for the series SLC which allows to get to elevated pressures, several thousand bar and to feed the process by elevated quantities of fluid.

By this system the process time periods result to be absolutely comparable to the traditional drawing technique and in certain instances even quicker.

Self-learning, indispensable in hydroforming, which can be get by the most sophisticated hardware and software systems installed in command panels and command pulpits designed and realized by us permits to vary at the same time and in a controlled manner the pressure of the fluid as well as the clamping force of the machine.

Sheet, as a matter of fact, must slip in a controlled manner, as in traditional process, into the die in order to feed the material deformations during the drawing cycle. This control is carried out in traditional technology by the blankholder. In Hydroforming the blankholder's function is managed, without the blankholder, by the software foreseen in the SLC series. The program modules the clamping force of the machine, thus assuring that the sheet will be sliding at the proper speed during the drawing cycle. Thanks to this device it is possible to simplify drastically the construction of the dies.As a matter of fact the Hydroforming die consists only of a single element.

The software mentioned above is installed in the PC of the machine in complete Windows © operative system. In addition to that, every data of the machine is managed by a relational Database, Microsoft SQL ©, which interfaces easily with the management part of the company.

SLC series foresees the possibility to activate the failure a/o alarm teleservice, directly from the site of Muraro.

Specifiche Tecniche

 


 


SLC 6000

SLC 8000

SLC 12000

Forza massima di chiusura

kN

60'000

80'000

120'000

Luce verticale fra le tavole aperte

mm

500

500

500

Corsa Verticale della tavola

mm

400

400

400

Dimensioni utili delle tavole inferiore e superiore

mm

2200 x 1350

2500 x 1600

3000 x 1350

Dimensioni utili della navetta inferiore

mm

2200 x 1350

2500 x 1600

3000 x 1350

Corsa utile della navetta inferiore

mm

2500

2800

3300

Chiusura e apertura rapida tavola principale sup.

mm/s

200

200

200

Velocità di pressatura

mm/s

8÷3

11÷4

8÷3

Velocità di scorrimento navetta regolabile

mm/s

10÷400÷10

10÷400÷10

10÷400÷10

Erogazione acqua in bassa pressione 25 bar

litri/s

14

14

14

Erogazione acqua in alta pressione a 3000 bar

litri/s

22

22

22

Massa complessiva della macchina

kg

240'000

290'000

330'000

Questi valori sono solamente indicativi. Ogni macchina Muraro può essere completamente personalizzata: forza, velocità, dimensioni, alimentazione, ecc.

 

 

 

 

SLC 6000

SLC 8000

SLC 12000

 

Max. clamping force

 

kN

 

60.000

 

80.000

 

120.000

 

Vertical light between open tables

 

mm

 

500

 

500

 

500

 

 

Vertical stroke of the table

 

mm

 

400

 

400

 

400

 

Upper and lower tables dimensions

 

mm

 

2200 x 1350

 

2500 x 1600

 

3000 x 1350

 

Lower shuttle dimensions

 

mm

 

2200 x 1350

 

2500 x 1600

 

3000 x 1350

 

Lower shuttle stroke

mm

2500

2800

3300

 

 

Upper principal table quick clamping and opening

 

Mm/s

 

200

 

200

 

 

200

 

 

Pressing speed

 

Mm/s

 

8 ÷ 3

 

 

11 ÷ 4

 

 

8 ÷ 3

 

 

Adjustable shuttle sliding speed

 

Mm/s

 

10 ÷ 400 ÷ 10

 

 

10 ÷ 400 ÷ 10

 

 

10 ÷ 400 ÷ 10

 

 

Low pressure water          delivery, 25 bar

 

Litri/s

 

14

 

14

 

14

 

High pressure water delivery

 

Litri/s

 

22

 

22

 

22

 

Overall mass of the machine

 

kg

 

240.000

 

290.000

 

330.000

 

Video

Prodotti